Dybala e gli intrecci tra Juve ed Inter

Dybala solo l'ultimo intreccio tra Juve ed Inter. I precedenti
Dybala solo l’ultimo intreccio tra Juve ed Inter. I precedenti

Gli intrecci di mercato sull’asse Torino Milano hanno sempre destato scalpore. Le vicende relative a Calciopoli hanno ulteriormente inasprito una delle rivalità più accese d’Europa. Dall’ombra della Mole Antonelliana al Castello Sforzesco, un trasferimento che hanno compiuto tanti protagonisti del mondo del calcio. Qualcuno ha raccolto gloria, qualcun altro polvere, ma è il rischio da pagare quando si osa così tanto. Il caso Dybala (https://www.ilbiscionenerazzurro.it/2022/03/22/tra-linter-e-dybala-ce-un-terzo-incomodo/ ) fresco di addio alla Juventus a fine stagione, cercato con insistenza dall’Inter, rappresenta solo l’ultimo di una serie di intrighi di mercato che hanno interessato le due squadre.

Conte e Vidal. Entrambi hanno vinto alla Juventus prima di assurgersi a protagonisti dell’ultima Inter scudettata. Vidal saluterà dopo due anni con pochi alti – su tutti il gol nel 2-0 alla Vecchia Signora – e molti bassi. Conte è riuscito ad emulare Trapattoni, suo antico maestro, bravo e vincente sia in bianconero che in nerazzurro. In un colpo solo ha allontanato anche il fantasma di un altro ex allenatore.

Marcello Lippi. Giunto a Milano nel 1999 con l’obiettivo di conquistare uno scudetto che mancava da dieci anni, il pluridecorato allenatore della Juventus non legò mia con l’ambiente interista. Troppo diversa la sua Juventinità per amalgamarsi senza traumi con l’Interismo.

Edgar Davids. Il pitbull arrivò a Milano nell’estate del 2004 dopo una breve e fortunata parentesi con la maglia del Barcellona. Nelle idee di Roberto Mancini avrebbe dovuto proteggere a suon di sportellate l’estro e la fantasia di Juan Sebastian Veron. Il matrimonio non fu fortunato. Davids si rivelò lontano parente di quello che tanto bene aveva fatto in bianconero. Fu sostituito da Esteban Cambiasso prima di andarsene al Tottenham.

Ibrahimovic e Vieira. Giunti a Milano nell’estate del 2006, all’indomani della retrocessione in serie B della Juventus, si integrarono benissimo in nerazzurro. Misero lo zampino nella vittoria in rimonta per 4-3 contro la Roma in Supercoppa Italiana e furono protagonisti nel biennio 2006-08 con la conquista di tre scudetti e di un’altra Supercoppa Italiana.

Beppe Marotta. Protagonista assoluto degli ultimi successi nerazzurri. Sin dal suo arrivo a Milano, Marotta ha contribuito alla crescita societaria grazie a competenza e carisma che ne fanno uno dei massimi dirigenti del panorama calcistico mondiale. A Torino non lo ammetteranno mai eppure qualcuno lo rimpiange. A Milano se lo godono. Dybala rappresenta solo l’ultimo intreccio tra Juve ed Inter. I precedenti, come abbiamo visto, sono numerosi. E spesso vincenti.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Total
0
Share